#3: Maccheroni al Ferro con Asparagi e Guanciale

A quanto pare, ci ho preso gusto. :) Oggi vi propongo un primo molto veloce e semplice, ma alquanto gustoso: si tratta dei Maccheroni al Ferro con Asparagi e Guanciale. Ma cosa sono i Maccheroni al Ferro? Beh, guardatevi questo video e lo capirete (era una prova, una ripresa in presa diretta da iPhone messo a bordo tagliere, non aveva pretese di qualità :) ).

Si tratta di una pasta fresca, non proprio facilissima da fare, ma che porta però molte soddisfazioni una volta giunta nel piatto, pronta da mangiare. Per questa ricetta vi servono (le dosi sono per tre persone):

  • 350 g di maccheroni al ferro
  • 4 fette di guanciale tagliato abbastanza spesso
  • 7/8 asparagi già scottati
  • Cipollino, olio, vino bianco e sale

Si comincia con il taglio delle fette di guanciale. Se ne avete uno intero in casa (qui si usa avere i salumi interi, sono anni che non si compra nulla al supermercato), ottenete le quattro fette, che dovrete poi tagliare a striscioline sottili.

Mettetele quindi in padella e tenete il fuoco acceso, sfumando con un po’ di vino bianco, finché le strisce non sono diventate croccanti. Il grasso dovrà diventare trasparente, mentre la parte rossa dovrà imbrunire.

Prendete gli asparagi (che avrete già fatto scottare in precedenza), separate le punte ed effettuate un taglio a becco di flauto. Io preferisco tagliarli sottili, in modo che si attacchino maggiormente alla pasta, ma non c’è nessun problema se vorrete tagliarli più spessi.

Tritate un po’ di cipollotto, fate scaldare un’altra padella (non deve essere la stessa del guanciale) con un po’ d’acqua o di brodo vegetale, quindi una volta scaldata, buttate il cipollotto e, in seguito, gli asparagi. Salate quanto basta, fateli saltare un po’, ma non cuoceteli molto, per 2/3 minuti al massimo, visto che sono già stati scottati.

Buttate quindi la pasta e fatela cuocere.

Nel frattempo, poco prima di scolarla, accendete nuovamente il fuoco (basso) sotto la padella con gli asparagi. Scolate la pasta, mettetela in questa padella e cominciate a saltarla. Poi aggiungete il guanciale e continuate a saltarla, condendola con olio extravergine.

A questo punto, servite e mangiate. Il pranzo è servito! :)

Oggi, crepi l’avarizia, vi consiglio pure un vino da accompagnare a questo primo piatto. La mia scelta è ricaduta su una Bonarda dell’Oltrepò Pavese. Certo, è un vino rosso, ma essendo frizzante e leggero si adatta perfettamente anche ai primi piatti. Provare per credere! :)

Buon appetito! :)

Print Friendly
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *