#79: Panissa Vercellese

Panissa

Come molti di voi sanno, pur vivendo in Romagna da quasi 20 anni, ho origini piemontesi. Sono nato a Vercelli e ho vissuto a Trino Vercellese per i primi 14 anni della mia vita e quindi, durante l’infanzia, ho mangiato tantissimi piatti tipici della zona, che in alcuni casi ho continuato a mangiare anche successivamente. Uno di questi è la classica panissa vercellese, che ho preparato usando questi ingredienti (per tre persone):

  • 250 g di riso Carnaroli
  • 150 g di fagioli borlotti
  • 100 g di salsiccia
  • 40 g di pancetta (da griglia)
  • 1 scalogno
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • Carote, sedano, porro, dragoncello, pepe nero in grani q.b.

Mettete a cuocere, per circa 90 minuti, i fagioli in una pentola piena d’acqua con carota, sedano, porro, dragoncello e 4/5 grani di pepe nero.

Fagioli

Nel frattempo, tagliate finissimo lo scalogno e la pancetta, trattandola come se fosse un battuto di carne. Usate una forchetta per rendere poltiglia le salsicce.

Taglio

Mettete un po’ di brodo di cottura dei fagioli in una padella e fatela scaldare, poi buttateci dentro lo scalogno e, se volete, la carota che avete utilizzato in precedenza (anch’essa deve essere ridotta in poltiglia). Dopo un po’ aggiungete anche la pancetta, che dovrà cominciare a rosolare.

Pancetta

Buttate poi dentro anche la salsiccia, sfumando un paio di volte con un po’ di vino rosso (sono stato costretto da mia madre a dealcolarlo, perché lei si lamentava di sentire l’acido del vino nel caso questa operazione non venga fatta… voi andate tranquilli, è una cosa che il 99,9% della gente non percepisce) e fate rosolare per qualche minuto.

Rosolare

Prendete una casseruola e accendete il fuoco sotto di essa, fatela scaldare un po’ e poi gettate dentro il riso.

Casseruola

Quando avrete tostato il riso, quindi sarà caldo anche in superficie (dovrete sentirlo con la mano), versate dentro qualche mestolo di brodo e il vino, poi cominciate a mescolare.

Brodoso

Il riso dovrà cuocere per circa 15/18 minuti. Mi raccomando, se vedete che si sta asciugando, versate altro brodo e mescolate con vigore, in modo da smuovere l’amido interno a ogni chicco e rendere il tutto più cremoso.

Sarciccia

Aggiungete man mano la salsiccia e i fagioli, continuando comunque a versare brodo quando serve e a girarlo. Una volta giunto a cottura, aggiungete olio extravergine d’oliva e poi mescolate vigorosamente, ancora più di prima, per mantecare. A questo punto, non vi resta altro che servire la panissa, magari accompagnata dallo stesso vino rosso fermo (io ho usato un Merlot friulano, ma qualcuno consiglia vini piemontesi come il Barbera) che avete usato per prepararla.

Mantecare

Buon appetito! :)

Print Friendly
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *